Proibizione delle armi nucleari: il trattato è in vigore e gli USA mancano (ovviamente) all'appello

Nella giornata di ieri, al palazzo delle Nazioni Unite di New York, si sono aperte le sottoscrizioni del Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari, come riporta Pressenza (agenzia d'informazione internazionale per la pace e la nonviolenza)
Le nazioni che lo hanno già firmato sono 50, numero minimo perché entri in vigore, e 3 lo hanno già ratificato (Guyana, Vaticano, Thailandia).
Tra i sottoscrittori, ovviamente, mancano all'appello gli USA ma è presente - esempio a caso - il Venezuela. Il Paese, infatti, è stato accusato delle peggiori nefandezze dagli yankees (e da tutto l'occidente imperialista) negli ultimi vent'anni, come ben sappiamo, per aver proibito ai monopòli capitalistici di speculare sulle vite umane e sull'economia del Paese e per aver avviato il processo bolivariano del Socialismo del XXI secolo.

Un altro passo di civiltà, dunque, è stato fatto dal Venezuela bolivariano.
Con buona pace di chi passa la totalità della propria vita a screditare il processo bolivariano. 

STATOFIRMATORATIFICATO
Guyana20/09/1720/09/17
Santa Sede20/09/1720/09/17
Thailand20/09/1720/09/17
Algeria20/09/17
Austria20/09/17
Bangladesh20/09/17
Brazil20/09/17
Cabo Verde20/09/17
Central African Republic20/09/17
Chile20/09/17
Comoros20/09/17
Congo20/09/17
Costa Rica20/09/17
Cote d’Ivoire20/09/17
Cuba20/09/17
DRC (Congo)20/09/17
Ecuador20/09/17
El Salvador20/09/17
Fiji20/09/17
Gambia20/09/17
Ghana20/09/17
Guatemala20/09/17
Honduras20/09/17
Indonesia20/09/17
Ireland20/09/17
Kiribati20/09/17
Libya20/09/17
Liechtenstein20/09/17
Madagascar20/09/17
Malawi20/09/17
Malaysia20/09/17
Mexico20/09/17
Nepal20/09/17
New Zealand20/09/17
Nigeria20/09/17
Palau20/09/17
Palestine20/09/17
Panama20/09/17
Paraguay20/09/17
Peru20/09/17
Philippines20/09/17
Samoa20/09/17
San Marino20/09/17
Sao Tome & Principe20/09/17
South Africa20/09/17
Togo20/09/17
Tuvalu20/09/17
Uruguay20/09/17
Vanuatu20/09/17
Venezuela20/09/17

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento

Sostien(i) Piccinelli

Clicca qui per sostenere il blog e chi lo cura #sostienipiccinelli.